I dieci principi di Valdo Vaccaro

10comandamentiI dieci principi  per una buona salute di Valdo Vaccaro

In questo post, Valdo ci offre una buona sintesi in dieci principi o punti, che potrebbe essere saggio seguire per noi stessi, gli altri, gli animali e la Terra, come lui stesso dice, una specie di “dieci comandamenti” ma applicati per il bene personale e non solo..:
PRINCIPIO NUMERO 1: NORMALITÀ DELLA SALUTE

La buona salute, ossia la corretta funzionalità del corpo, è una condizione tendenziale costante del corpo. Basterà soddisfare le sue semplici e naturali esigenze, evitando nel contempo le cause di indebolimento, di malattia, di perturbazione, di perdita dell’equilibrio. Vedi legge di causa ed effetto.

PRINCIPIO NUMERO DUE: AUTO-EQUILIBRIO ED AUTO-GUARIGIONE

Siamo tutti dotati di un corpo intelligente che sa come giostrare, come gestirsi e come mantenersi in superbe condizioni di funzionalità. Un corpo dotato di impeccabili strumentazioni interne. Angelo custode? Sa troppo di canonica. Diciamo meglio pilota automatico, navigatore di ultima generazione, con barre auto-direzionali, con capacità di ri-posizionamento, di ricarica batterie e di ripristino allineamento coi poli. Vedi legge del corpo che non va mai contro se stesso.

PRINCIPIO NUMERO TRE: MALATTIA COME BENEFICO SCARICO DI TOSSINE

Se escludiamo il trauma, il danno e le ferite da incidenti, le disgrazie e gli imprevisti che sono pure da mettere in conto, la malattia non è malattia ma piuttosto benettia. Trattasi di una fase rimediale e riparatrice. Un processo fisiologico guidato. Una crisi eliminativa dove il corpo purifica se stesso, revisiona se stesso, rinasce e ringiovanisce. Ogni intervento medico ed omeopatico va a interferire col processo complicandolo e rallentandolo. Le “iti” (coliti, riniti, flebiti, tonsilliti, cistiti), ovvero tutte le cosiddette malattie, altro non sono che infiammazioni. L’infiammazione è un segno ed un sintomo che il corpo sta facendo qualcosa di costruttivo ed intelligente. È prova che sta tentando una riparazione con la sua logica e i suoi criteri. Sta in particolare facendo giungere nella parte offesa fluidi, sangue, lupo-proteine per riparare il danno. Questo è il concetto che deve entrarci in testa.  Vedi legge del riequilibrio automatico.

PRINCIPIO NUMERO QUATTRO: ENERVAZIONE E TOSSIEMIA

Le malattie sono causate da precisi sbagli umani, da errori di scelta, da pratiche improprie. La malattia è il risultato di una enervazione, uno stato di caduta nervina-energetica del corpo, una specie di scarico-batteria, con riduzione della funzionalità cellulare. Una vettura che avanza faticosamente a motore scoppiettante, combustione imperfetta, tubo di scarico fumoso e freno a mano inopinatamente tirato.
Enervazione sta per troppo lavoro, eccessi alimentari, sonno scadente, esercizio insufficiente, respirazione corta, mancanza di sole, precarietà di relazioni col prossimo. In tali condizioni di rallentamento funzionale, a pagarne le spese è il ritmo in-out, il ciclo alimenta-pulisci, per cui si crea un toxic-buildup, una accumulazione di tossine interne al sistema. Questo accumulo tossico è un vero e proprio auto-avvelenamento definito tossiemia. Vedi legge del rallentamento metabolico. [Read more…]

Il digiuno terapeutico “igienista” e le tossine emozionali

digiuno-terapeutico-igienistaIl digiuno è il mezzo che la natura utilizza per liberare il corpo dai tessuti “malati”, dagli accumuli di scorie e tossine.

 

Il nostro metabolismo si regge infatti su due attività in equilibrio: l’anabolismo (costruzione)
e il catabolismo (distruzione di materia organica) che produce scorie (tossine), teoricamente eliminate ogni giorno attraverso gli organi escretori (reni, fegato, intestini, pelle, vie respiratorie, ecc.)

 

In ogni organismo vivente il cibo, dopo essere stato digerito, viene assimilato dalle cellule e queste eliminano in seguito le scorie metaboliche (catabolismi).

Molte sono le energie che il nostro corpo impegna per la digestione e l’assimilazione, per questo mangiare in continuazione paradossalmente toglie energie al nostro organismo e
diminuisce la quantità di energie a disposizione, per eliminare tutte le scorie metaboliche prodotte dall’attività catabolica.

L’accumulo di queste scorie determinano la tossiemia.

 

Durante il digiuno si recuperano le energie che normalmente utilizziamo per i “processi digestivi”, si recuperano anche quelle utilizzate normalmente per la “vita di relazione” .

Quasi tutta l’energia dell’organismo viene utilizzata per lo “smaltimento” dei rifiuti, le tossine.

Non assumendo cibo dall’esterno, il corpo si nutre delle proprie riserve con il processo dell’autolisi.. (digestione dei propri tessuti).

Essa è sempre guidata dalla nostra meravigliosa vis medicatrix naturae.

 

I tessuti sono persi in ragione inversa alla loro utilità, viene metabolizzato prima il grasso, il glicogeno epatico e cisti, tumori, ascessi, cellulite, edemi, trombi, ecc.

Le strutture “nobili” fondamentali per la sopravvivenza sono utilizzati solo nell’ultima fase, quando inizia “l’inedia”. [Read more…]

Il digiuno, è il tavolo operatorio della natura.

potere-digiunodi Valdo Vaccaro

Il digiuno viene definito spesso la “tavola operatoria della natura”, poiché tramite esso – senza bisturi, senza l’uso di alcun prodotto chimico-farmaceutico, e dunque anche senza controindicazioni di sorta – è possibile far sparire in pochi giorni lipomi, miomi, tumori al seno e altro.

Far sparire in pochi giorni lipomi, miomi e tumori al seno, mediante autolisi o auto-scioglimento, senza orribili mutilazioni e senza l’uso di farmaci, è cosa normalissima per l’igienismo, anche se medici e medicalizzati rimangono spesso perplessi, sbalorditi ed increduli, di fronte a questa possibilità.

E’ chiaro che se un soggetto si alimenta quotidianamente al meglio, vale a dire con cibo prevalentemente crudo, e abbondanza di frutta, se respira come si deve, se fa del moto, se riposa bene, se prende il sole, e cerca di vivere in armonia con sé stesso e gli altri, non ha bisogno di digiunare. Gli basta il normale e naturale digiuno notturno e la colazione a base di frutta acquosa, per regolare perfettamente il suo organismo. Per una persona non carica di troppi veleni, e di pre-esistenti patologie curate con farmaci, il digiuno autogestito può estendersi senza troppi problemi a una settimana ed anche oltre, se vuole magari mandar via innocentemente qualche chilo di troppo.

Difficile dire con certezza quanto a lungo si può estendere un digiuno senza assistenza, dato che ogni caso è diverso. A volte, per evitare crisi eliminative troppo forti ed intense (soprattutto nelle persone molto intossicate), si suddivide il digiuno in due o tre sedute a distanza di uno o due mesi. L’assistenza al digiuno si limita, in ogni caso, a parole di spiegazione e di incoraggiamento, durante il momento delicato delle crisi espulsive, e a niente altro che quello. Trattasi dunque di supporto psicologico più che pratico.

Quando il digiunante ha a disposizione una decina di bottiglie di acqua distillata (o comunque leggera in termini di minerali) vicino al comodino, quando sta rilassato a letto, quando mantiene un bel ritmo respiratorio, quando la stanza è arieggiata, priva di odori e di rumori, di radio e televisione, tutto procede liscio. Il digiuno si interrompe allorquando arrivano i segnali giusti, ovvero quando la patina bianca della lingua scompare, quando le urine ridiventano chiare, quando l’alito e il sapore in bocca ridiventano gradevoli, e quando ritorna in modo prepotente l’appetito. [Read more…]

La dieta del succo di arancia (La cura di tutte le malattie)

succo1Interessante visione sul modo di usare il succo di arancia come disintossicante interno

Da “Orange Juice Fast – The cure for all diseases” by Jet Larsen
“Il vostro peso ottimale è quello di quando avevate 22 anni. Gli esseri umani sono completamenti formati e fisiologicamente sviluppati all’età di 22 anni. Il tuo peso ottimale indipendentemente dalla tua età è quello di quando avevi 22 anni. Non c’è nessuna ragione per cui gli esseri umani dovrebbero pesare di più dell loro peso ottimale dell’età suddetta. Il digiuno a succo di arancia vi riporterà al vostro peso ottimale ed all’agilità di quando avevate ventidue anni.
Ogni maschio adulto dovrebbe avere un addome piatto come quello che aveva a 22 anni. La dieta a succo di arancia riporterà sia le donne che gli uomini in questa condizione senza bisogno di fare particolari esercizi fisici, soltanto questa dieta a succo d’arancia ed a seguire una dieta a base di monofrutta fresca diversa giorno per giorno (ogni giorno un frutto diverso a scelta) che vi pulirà l’intestino, il flusso sanguigno, e rimuoverà dal sistema l’eccesso di depositi carbonatici, incrostazioni, rifiuti e muco.

ORO LIQUIDO
Quando nelle tue mani tieni un bicchiere di succo di arancia appena spremuto tu stai maneggiando milioni di dollari di oro liquido… Il digiuno a succo di arancia è ORO LIQUIDO per il corpo, la mente e lo spirito. La buona salute è una perla di inestimabile valore. Il digiuno a succo di arancia rigenererà il tuo corpo, la tua mente ed il tuo spirito a livelli ottimali di salute, bellezza, funzionalità, chiarezza ed energie elevate.
Negli anni ho affrontato cinque digiuni a succo di arancia di 21 giorni, venti digiuni di 40 giorni ed uno di 120 giorni. Alcune persone scelgono di fare un digiuno l’anno a succo di arancia. A me piace farne due o più. Amo I digiuni a succo di arancia e gli enormi benefici che apportano alla salute. Io sono certa che amerai questi digiuni e godrai degli incredibili benefici che riceverai da essi una volta perfezionato nella loro pratica.
Jeanette Ericsen Tellisen Larsen 1/2012 [Read more…]

Dieta disintossicante: le proprieta’ curative e i benefici del digiuno

digiuno-piatto-vuotoFar sparire in pochi giorni lipomi, miomi e tumori al seno, mediante autolisi o auto-scioglimento, senza orribili mutilazioni e senza l’uso di farmaci, è cosa normalissima per l’igienismo.

L’importante è smettere con le abitudini errate, come consigliava Ippocrate e dare al corpo le condizioni e le opportunità per autoguarirsi e rigenerarsi espellendo rifiuti e tossine dal corpo.

Il digiuno: la tavola operatoria della natura

Il digiuno viene definito spesso come “tavola operatoria della natura”, senza bisturi e senza l’uso di alcun prodotto chimico-farmaceutico, e dunque priva di controindicazioni di sorta.
Far sparire in pochi giorni lipomi, miomi e tumori al seno, mediante autolisi o auto-scioglimento, senza orribili mutilazioni e senza l’uso di farmaci, è cosa normalissima per l’igienismo, anche se medici e medicalizzati rimangono spesso perplessi, sbalorditi ed increduli. [Read more…]